L'ARTE DI MARIA PIA

tratto dalla prefazione a uno dei cataloghi dell'artista di Michele Campione


Nella pittura di Maria Pia Scoli e' possibile ravvisare momenti e aspetti interpretativi della realta' con grande attenzione al sociale, al ruolo dell'uomo, alla sua presenza nelle attivita' lavorative tradizionali o nuove, al rapporto con il mondo della natura.

Una specie di calendario aggiornato delle "Opere e i Giorni", cari a Esodo.

Una 'cifra' concettuale che diventa il dato piu' importante per l'attivita' dell'artista. [...]

Un realismo sociale che si avvale di un sapiente uso del colore con l'impiego di un invisibile ma ravvisabile puntinismo divisionistico.

Sicche' i contorni, i contrasti di colore, figure e ombre, appaiono quasi sfumati, sollecitati piu' dal gusto compositivo che dall'analisi espressiva. [...]

Il ritmo puo' essere anche quello delle scene di una ballata popolare narrate nel frastuono vivace delle fiere di paese, per campiture attraverso la successione dei piani prospettici e un' impaginazione sempre corretta ed essenziale.

La sensibilita' dell'artista riesce sempre ad armonizzare le componenti piu' diverse, a fotografare la realta' che piu' l'affascina e le interessa.

Il realismo della pittura di Maria Pia Scoli diventa cosi' un realismo magico, una chiave di lettura approfondita per un referente insostituibile, l'uomo con la sua storia.

BIOGRAFIA

BIOGRAFIA


Maria Pia Scoli nasce nelle Marche nei primi anni 50.

Dipinge dalla seconda meta' degli anni'60, dopo aver seguito l'insegnamento del pittore livornese Carlo Dominici, uno degli ultimi artisti legati alla tradizione dei Macchiaioli, presente in gioventu' alla Biennale di Venezia.

L'attivita' pubblica annovera, per sua decisione, soltanto appuntamenti di grande rilievo in Italia e all'estero come le personali a Palazzo San Filippo di Ascoli e alla Galleria Comunale di Pesaro, il Premio "Capitolium" a Villa Marignoli a Roma, la mostra al Museo diocesano di Jesi e quella all'Ambasciata d'Egitto a Roma, la segnalazione al Centre de Documentation del Museo di Marsiglia e il premio "Artista dell'anno a Porto Venere".

MOSTRE ED EVENTI


Dal 2003 al 2015 Maria Pia ha voluto dedicarsi ad un periodo di ricerca tecnica ed interiore...che ha portato ad una nuova vena creativa dei lavori odierni..


11 Settembre 2004

Piacenza
Cromatismi di Luce

Novembre 2003

Galleria Comunale Di Arte Moderna e Contemporanea
Le stanze di Eros

Dicembre 2002

Diocesi di Jesi, Museo Diocesano
Giobbe L'Uomo

Settembre 2002

Ambasciata della Repubblica Araba d'Egitto ~ Roma

Luglio 2002

Collettiva - Galleria "Il Gianicolo"

Giugno 2002

Salsomaggiore Terme
Personale

Aprile 2002

Villa Ormond ~ Sanremo
Personale

Gennaio 2002

Centre de Documentation, Ernest Goldschmidt ~ Museo di Marsiglia
Segnalata

Settembre 2001

Mostra - Galleria dei Soldati ~ Roma

Settembre 2001

Galleria Malatestiana ~ Rimini
Collettive

Luglio 2001

Atelier Dell'Arco Amoroso ~ Ancona
Personale

Marzo 2001

Galleria Comunale ~ Pesaro
Personale

Febbraio 2001

Metropolitan Museum of art of New York
Catalogo in archivio

Febbraio 2001

Museo Civico di Zoologia ~ Roma
Prima rassegna Internazionale d'Arte Animalista, partecipazione concorso BlackBuck

Dicembre 2000

Civitanova Marche
Fiera di arte contemporanea

Dicembre 2000

Banca Naz. Lavoro "Telethon 2000" ~ Fermo
Personale

Novembre 2000

Galleria "Il Calendaio" ~ Firenze
Personale

Ottobre 2000

Palazzo San Filippo ~ Ascoli
Personale

PREMI e RICONOSCIMENTI


Settembre 2003


XIV Premio Nazionale Cesare Pavese

Luglio 2003

Porto Venere
Premio Artista dell'Anno

Maggio 2001

Villa Marignoli - Roma
Premio "Capitolium"

Aprile 2001


Premio Italia per le Arti Visive

Aprile 2001


Premio Editoriale - Certaldo

Aprile 2000

Capraia Fiorentina
Premio Italia per le Arti Visive

Invia un messaggio!

Domande? Curiosità? Non esitare a scrivere!